Adesso sarete contenti (Massimo Gramellini)

Triskel182

Una ragazzina di Pordenone si getta dal balcone lasciando una lettera di scuse ai genitori e una di accuse ai compagni di scuola: adesso sarete contenti. Eviterei di lanciarmi in prediche contro i tempi moderni. I bulli e gli ipersensibili non sono nati con i telefonini. Durante l’adolescenza è sempre esistito il desiderio delle menti più fragili di essere accettate dal branco conformista che l’arroganza del numero rende forte e appetibile. E chi si sente respinto da persone che in fondo disprezza (l’animo umano è contraddittorio) si rifugia nella solitudine o nella malattia, meditando gesti estremi che in qualche caso compie davvero, nell’illusione di lasciare in eredità almeno un rimorso. 

View original post 132 altre parole

Se non è zuppa è pan bagnato… Ceci neri con dadolata di polenta al profumo di rosmarino

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: